You Are Here: Home » Blog (Page 8)

Perché non ho votato Giachetti

Alcuni compagni radicali non romani mi chiedono se alle ultime comunali di Roma io abbia votato per Roberto Giachetti. Passate le elezioni, spiego qui quello che già anticipai alle riunioni di direzione e di Comitato di Radicali italiani nei mesi precedenti il voto. Sono romano e radicale e, in quanto tale, da dieci anni mi occupo attivamente della mia città. Tra iniziative di denuncia e proposta – alcune v ...

Read more

Intervento alla Direzione di Radicali Italiani del 3 marzo 2016

Sommario: elezioni amministrative 2016; referendum trivelle; referendum costituzionale per parti separate e parziali; referendum act; ricorsi all’Onu Intervengo sulla questione di cui mi sto occupando maggiormente, cioè dei referendum ma anche sulla questione posta dal segretario e del tesoriere rispetto alle elezioni. Allora condivido anch'io che in alcune città abbiamo fatto un lavoro in questi anni che s ...

Read more

Caro Renzi, ti spiego come uscire da quel pasticcio di referendum costituzionale

La panna, si sa, a furia di montarla prima o poi impazzisce. Ecco quindi che a 100 giorni dal voto Renzi deve correre ai ripari. Per evitare che il referendum sulla sua riscrittura della Costituzione si trasformi in un pasticcio avvelenato, il premier deve sciogliere tre nodi. Il primo: il quesito unico su una legge che modifica il 35% della Costituzione in maniera disomogenea si rivela ogni giorno più inop ...

Read more

Pjanic alla Juve? Son tutti voti per la Raggi

Cosa c’entra Pjanic con la Raggi, mi direte voi. È un divertissement, ma ora ci arrivo. La vendita per una mera questione di soldi di Pjanic alla Juventus suscita -oggettivamente- sentimenti negativi nei 2/3 di Roma che tifano giallorosso. Fosse fosse al Barcellona, al Paris Saint Germain, ma alla Juve (!), odiata avversaria a cui si regala qualità per vincere la Champions League, loro ossessione di una vit ...

Read more

Negli USA arrestati 700 cittadini che chiedono democrazia. Disobbedienza civile di massa sulle Primarie da 1 miliardo di dollari

700 arresti in tre giorni. Ed è solo l’inizio, tanto che a Washington la polizia comincia a essere preoccupata: a questi ritmi, non basteranno le celle per fronteggiare la più vasta azione di disobbedienza civile del secolo. E anche in quel Congresso degli Stati Uniti davanti alle cui scale a centinaia si siedono per farsi arrestare, questo blitz nel bel mezzo delle Primarie non fa stare sereni. Ma cosa chi ...

Read more

© Mario Staderini by [zu']

Scroll to top